Se vedi tutto strano devi riaggiornare la cache del tuo browser. premendo CTRL + F5. E' dovuto all'aggiornamento del forum.

Ma parliamo di spread ....

Temi a libera scelta
Rispondi
Avatar utente
positiveday
Messaggi: 1593
Iscritto il: sab mag 28, 2016 9:23 pm

Ma parliamo di spread ....

Messaggio da positiveday » ven nov 23, 2018 10:38 am

Se ne parla molto, se ne capisce poco.
Cioè che la parola spread indichi una distanza tra due valori ormai lo sanno anche i sassi.
Ma cosa significhi e perchè "esista" e perchè "cambi" ogni giorno di valore lo sanno in meno, direi che sono anche io abbastanza ignorante sulla materia.
Vediamo quello che ho capito, spero intervenga qualcuno che ne capisca più di me.

1 - Lo spread è il differenziale in resa percentuale x 100 rispetto ai bund a 10 anni della Germania e dell'Italia.
Cioè, se prendo l'interesse che riconosce la Germania ai bund a 10 anni che magari è a all'1% e l'interesse che paga l'Italia è al 4% ottengo 3 punti di percentuale di resa in pù, a quel punto lo moltiplico per 100 e ottengo 300 di spread (differenziale).

2 - Questa differenza : spread, è tradabile intraday grazie a dei derivati OTC.
Ah, che bellezza, dei titoli di Stato che si comprano nelle aste, hanno la resa variabile grazie al mercato OTC dove i big mover possono fare quello che vogliono per manipolare i mercati. Quello che proprio non so è da quando questa tradabilità è possibile e chi l'abbia accettata in Italia.
Cioè, c'era un tempo in cui i titoli di Stato erano proprio dei pezzi di carta con un valore scritto di resa, quello era e quello veniva pagato, si potevano vendere e comprare, ma la resa era quella. Adesso è come se io andassi in banca a chiedere un prestito e la banca mi offre il denaro al 2%, bene grazie. Poi col tempo la banca vede che la mia amministrazione familiare non è di suo gradimento (si sa i banchieri sono soggetti risparmiosi) e non è contenta che io abbia speso più del previsto per le ferie della famiglia. Al ritorno dalle ferie la banca mi dice che il denaro che devo restituire da oggi in poi ha l'interesse del 2,5% perchè ho speso troppi soldi nelle ferie, dovevo andare a Rimini e mangiare minestra tutti i giorni. Ecco, inaccettabile per un prestito personale e direi ancora più inaccettabile per uno Stato. Cioè, c'è un'asta dei BTP, offro ad un certo interesse relativo anche alle altre nazioni ovviamente, ma l'interesse che pagherò è quello mica può cambiare nel tempo. Questo è il concetto che mi sembra più perverso di tutto il sistema, cioè la tradabilità OTC di questo rendimento. Che crea situazioni come la Grecia, dove un debitore poco affidabile vede salire vertiginosamente l'interesse che pagherà sul debito, rendendo ancora più drammatica la situazione economica, cioè si innesca un feedback positivo dove l'aumento stesso dell'interesse fa diminuire la credibilità economica di una nazione e la diminuita credibilità economica di una nazione fa sì che il suo spread aumenti. Tant'è che il piano di "aiuti" alla Grecia da parte della troika, ha visto la stragrande percentuale del prestito, utilizzato appunto per pagare il debito della Grecia, che era schizzato proprio grazie allo spread. A senso, dovrebbe proprio essere l'opposto, una nazione come la Germania si può permettere di pagare un interesse alto sul denaro che chiede in prestito (se hai un'economia forte perchè chiedi denaro in prestito? Paga un interesse alto allora), ed una nazione povera con una economia poco stabile doverebbe pagare un basso interesse sul denaro che chiede in prestito. O perlomeno dovrebbe esistere un sistema di bilanciamento di questo interesse pagato.

3 - Poi personalmente non comprendo molto il motivo per cui legare questo spread a quello della Germania.
Cioè, la Germania ha l'unica economia di acciaio in Europa, non è che ci sono nazioni simili, sono alieni rispetto all'Europa ed alieni nel resto del mondo. Quindi vedere la differenza di resa percentuale rispetto alla migliore economia del mondo mi sembra poco significativo.
Anche per il fatto che sono numeri relativi, vediamo quelli assoluti invece, qui sotto.

Questa è la resa assoluta dei BTP 10 anni Italia.
Si vede come poco dopo le dimissioni di Berlusconi (dalla ditta Italia) l'interesse che l'Italia pagava sia arrivato al 7% di valore massimo e sia sceso all'1.2% poco prima della fine del governo Renzi.
btp-1.PNG
Mentre invece l'ultimo periodo, quello attuale vede un interesse del 3.44% giusto di oggi e solo a Settembre del 2,6%.
btp-2.PNG
Quindi, notare che, nonostante adesso lo spread sia a 300 circa, l'interesse è del 3,44% mentre alla fine del governo Berlusconi, lo spread era a 524 con l'interesse reale al 7%.
spread-1.PNG
Da questo si evince che, oggi, se avessimo uno spread di 524, pagheremmo un interesse assoluto del 5.68%, ben lontano dal 7% che ha visto Monti all'inizio del suo mandato.
Da qui, sfugge l'affermazione che avevo letto che le banche italiane non potrebbero "reggere" uno spread attuale di 400, considerando che sei anni fa avevano decisamente i conti meno a posto di adesso, dopo tutti gli accorpamenti, capitalizzazioni e pulizie fatte per risistemare il sistema bancario italiano negli ultimi anni.

Bah, resto in attesa di spiegazioni e correzioni, sono decisamente più i dubbi delle certezze che ho a questo momento ...
:mrgreen:

Come precisazione finale, le considerazioni di cui sopra (specialmente quelle relative ai valori assoluti) mi sono venute leggendo questo articolo : https://www.agi.it/fact-checking/spread ... 018-11-23/
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
http://widgets.myfxbook.com/widget?id=1 ... &color=red
Trovi interessanti i contenuti di forexometro? Considera la possibilità di iscriverti! :mrgreen: e poi di partecipare ...

Avatar utente
achab
Messaggi: 1041
Iscritto il: mer giu 01, 2016 10:13 am

Re: Ma parliamo di spread ....

Messaggio da achab » dom nov 25, 2018 11:26 am

Grazie per l'interessante spunto che mi ha incuriosito (ho letto il post dell'Agi). Mi stava solleticando l'idea di replicare con motivazioni politiche ma rinuncio poiché il taglio è più economico ed anche io vorrei approfondire quest'aspetto, mi associo - pertanto - alla richiesta che "intervenga qualcuno che ne capisca" di più.
May the green pips be with us. Always!
/achab

Alcuni dei miei conti? Clicca qui.

Rispondi