Il Pattern Testa e Spalle

spallatestaspallaIl pattern testa e spalle è uno dei più datati e conosciuti nella comunità dei traders. E’ un pattern di inversione che spesso viene individuato durante trend rialzisti.
La sua formazione inizia con un deciso trend rialzista interrotto da una piccola correzione (formando la spalla sinistra).

Banner

Ultime dal Forum

Anyoption
Il PPI australiano batte le aspettative
Lunedì 23 Luglio 2012
AustraliaLa lettura odierna dell'indice dei prezzi alla produzione australiana mostra un aumento dello 0,5% nei tre mesi terminanti nel mese di giugno rispetto al previsto 0,3%, ed alla lettura precedente a -0,3%. Su base annua l'indice è avanzato dell'1,1% rispetto alla lettura preliminare dell'1,4%. Le attese erano per un aumento dell'1,0%.

ActivTrades Tour

I prezzi alla produzione australiana registrano nel secondo trimestre, per la prima volta in oltre un anno, un incremento, trainati da un dollaro australiano più debole che sta spingendo al rialzo i prezzi delle importazioni. La Reserve Bank ha comunque ancora spazio per tagliare i tassi di interesse il mese prossimo se l'economia dovesse deteriorarsi ulteriormente.

Nel secondo trimestre il dollaro australiano è scivolato contribuendo a far progredire i prezzi. L'inflazione potrebbe accelerare nella lettura del mese di luglio, mentre i prezzi al consumo potrebbero aumentare dello 0,6% nel secondo trimestre, abbassando il tasso annuo all'1,9%, attestandosi al di sotto dell'obiettivo delle banche centrali del 2%-3%.

L'aumento dell'indice nel secondo trimestre è stato determinato dagli aumenti dei prezzi nell'agricoltura, nella raffinazione e produzione del petrolio secondo quanto dichiarato dall'Ufficio di Statistica Australiano.

australia1

"Un'eccessiva offerta nei mercati agroalimentari ha dato luogo ad una caduta dei prezzi nella vendita all'ingrosso e nei prezzi al consumo nel primo trimestre. Nel secondo trimestre questi elementi sembrano aver parzialmente recuperato al discesa, il che significa capovolgimento del rischio nella componente CIBO del CPI di Giugno", ha dichiarato Michael Workman, economista senior presso la Commonwealth Bank.

Nei mesi di maggio e giugno la Banca centrale aveva abbassato di 75 punti i tassi per sostenere la crescita e proteggersi dai problemi del debito europeo.

Nei primi giorni di questo mese invece, aveva deciso di lasciare invariati i tassi di interesse al 3,5%, in quanto le prospettive di crescita globale sembrava stessero migliorando dopo che i leader europei avevano concordato sulle misure per aiutare l'Italia e la Spagna.

Il risultato odierno del PPI conferma l'opinione che le pressioni inflazionistiche restano contenute per l'economia australiana. Ora si attende per mercoledì il rilascio del CPI per ulteriore conferma.