Medie Mobili
mediemobiliLe medie mobili ( moving averages) sono uno dei più antichi e popolari strumenti di analisi tecnica. Una media mobile è una media del prezzo di uno strumento applicata al tempo. Nel calcolare una media mobile potrete specificare voi il periodo di tempo su cui calcolarla, per esempio 50 periodi.
Banner

Ultime dal Forum

Anyoption
Moody: ancora a metà strada per uscire dalla crisi
Martedì 21 Agosto 2012
eurozona_logoIn un report di oggi, l'agenzia Moody's sostiene che la fase di aggiustamento per uscire dalla crisi nei paesi più deboli della zona euro (Portogallo, Irlanda, Italia, Grecia e Spagna) si trova solo a metà strada, con in particolare Grecia e Irlanda che dovranno lottare per ristabilire le proprie finanze traballanti almeno fino al 2016.

ActivTrades Tour

La società di rating afferma che la Spagna, il Portogallo e l'Italia potrebbero risollevarsi dalla loro attuale difficile situazione entro il 2013, e che tutti e cinque i paesi hanno già adottato i pesanti ma necessari aggiustamenti.

"I provvedimenti adottati sia in periferia che nei paesi core hanno già avuto luogo ed in alcuni casi, in misura significativa. Il processo nel migliore dei casi però è completo solo a metà", riferiscono gli analisti di Moody's.

Se da un lato Moody's evidenzia i progressi riscontrati nella bilancia commerciale di alcuni paesi e nella competitività del settore lavoro, sostiene anche che i governi non devono alleggerire il ritmo delle riforme.

L'agenzia paragona l'attuale situazione europea alla crisi affrontata dalla Svezia e Finlandia nel 1990, ed afferma che ribilanciare il totale degli squilibri accumulati dai paesi periferici potrebbe richiedere ancora parecchi anni. Per la Svezia ci sono voluti tre anni per tornare ai livelli pre-crisi del prodotto interno lordo, mentre per la Finlandia sono occorsi sei anni.

MOODYS

"In termini comparativi, le contrazioni dei due paesi iberici e d'Italia sono relativamente poco profonde (almeno finora), avvicinandosi a quella della Svezia, mentre quelle di Irlanda e Grecia sono più simili alla contrazione più profonda e più lunga della Finlandia", sostiene Moody's.

Della lunga lista di riforme politiche intraprese dai paesi nordici a quel tempo, Moody's ha osservato che quei governi ebbero la capacità di svalutare le proprie valute al fine di contribuire alla riduzione dei costi, qualcosa che i paesi della moneta unica non hanno a disposizione.

"Eppure, la Finlandia e la Svezia dimostrano che "il successo, con l'impegno politico e l'effettiva attuazione delle riforme, seppur difficile, è davvero possibile. Il confronto rafforza l'importanza fondamentale delle riforme strutturali per ritornare ad una situazione sostenibile", ha aggiunto l'agenzia.

Moody's parla anche di alcuni miglioramenti riscontrati in Spagna con il calo del 5,9% del costo del lavoro rispetto ai massimi, così come in Grecia ed in Irlanda rispettivamente a -7,8% e -13,7%, contribuendo ad aiutare le esportazioni ed a sostenere la produzione. L'agenzia ha affermato che le imprese migliori sono risultate essere quelle che hanno sostenuto la produzione anche quando è stato necessario ridurre il personale.